PERIFERIE PEF SITO

PERIFERIA DELLE MERAVIGLIE

Un successo quello dell'escursione patrocinata dalla Lagap, che ha inoltre offerto la copertura assicurativa della manifestazione. Il patrocinio, e l'appoggio economico, sono stati volentieri concessi a questo progetto, di rigenerazione urbana attraverso il camminare e l’arte di strada partendo dalle periferie. Il progetto si è avvalso, per la conduzione, di Guide Ambientali Escursionistiche e non di "associazioni", che potrebbero di fatto operare solo con i propri soci, e questo ha reso possibile la realizzazione di una escursione - aperta al pubblico e gratuita - in piena legittimità e sicurezza. Al di là di questo abbiamo appoggiato il progetto per la sua forte valenza educativa: “periferia delle meraviglie” invita a scoprire un mondo proprio dietro i nostri palazzi, invita a comprendere e praticare un “esotismo di prossimità”,immaginando anche delle escursioni a km/0, in cui non occorra prendere un aereo per trovarsi proiettati in un mondo “altro”.
“E’ stato un cammino nella periferia di una città, uno spettacolo itinerante fatto di street art, musica, poesia e cultura, alla scoperta non solo dei luoghi, ma di chi li abita. Anche in questa seconda edizione, che si è svolta il 17 novembre scorso. Il cammino della “Periferia delle meraviglie” dal Trullo a Corviale ha portato oltre 100 persone a vivere una esperienza culturale innovativa che continuerà a proporre i cammini nelle periferie di Roma per stimolare la rigenerazione urbana partendo dall’arte”. Così Ilaria Canali, ideatrice del progetto delle “Periferia delle Meraviglie” definisce l'iniziativa, patrocinata dal Comune di Roma, dalla LAGAP e che rientra nel quadro della manifestazione internazionale “All Routes Lead to Rome”. L’iniziativa sta proseguendo in questi giorni al Mitreo Arte Contemporanea che ha collaborato al progetto. Al Mitreo è allestita la mostra fotografica “Periferia delle Meraviglie” e ospiterà varie iniziative culturali tra cui proiezioni cinematografiche, concerti e animazioni artistiche che continueranno a promuovere il territorio tra il Trullo e Corviale e a far vivere la meraviglia. Nel percorso non sono mancate le pause dedicate alla natura, alle aree verdi e alle importanti questioni ecologiche ambientali. Francesco Mazzenga, che ha guidato il gruppo e nella vita, oltre a GAE, è un Ecologo Forestale e ricercatore presso il CNR dice che "Un cammino urbano è una grande possibilità per poter affrontare temi importanti come l'incremento dell'effetto serra che si origina proprio dall'attività antropica, i cambiamenti climatici che portano ad eventi meteorologici estremi, che uniti ad interventi errati sulle alberature urbane causano schianti sempre più diffusi. Un cammino urbano inserito tra tasselli di aree verdi residuali è un cammino di biodiversità, le stesse persone che vi passano percorrono quei corridoi ecologici che collegano vari frammenti di aree naturali relitte. Come Monte Cucco (40.7311 ha), Parco pino Lecce (7.5014 ha), Parco di via Fulda (5.0684 ha)"

Fotografia di Francesco Mazzenga