unacosadaguidesmall

 

Quante sono davvero le Guide italiane? E cosa dice davvero la 4/2013? Ed è davvero opportuno tentare di investire le Gae di compiti di sorveglianza nei parchi? Basta fare accompagnamento per essere una GAE? A queste ed altre domande cerca di rispondere questa prima lettera alle Guide Ambientali Escursionistiche Italiane.

Abbiamo potuto inviarla per posta, se i nostri calcoli siano giusti, solo al 15% dei colleghi, oltre, naturalmente ai nostri associati. Pensiamo con questo piccolo atto, che abbiamo realizzato con la sottoscrizione di un prestito sociale, di iniziare una indispensabile “operazione verità” sulla nostra categoria, sulle nostre reali condizioni di vita e di lavoro.

Scarica queste 4 pagine, e, se trovi il loro contenuto onesto e utile, giralo a un collega.  

Visualizza e scarica la Lettera in .pdf>>>