NASCE IL PRESIDIO TERRITORIALE LAGAP LOMBARDIA – REGIONE DEI LAGHI

Un gruppo di professionisti che lavorano a piedi e in bicicletta con turisti stranieri e italiani, per valorizzare la regione dei grandi laghi prealpini, con particolare attenzione verso quelli lombardi, si è riunito in presidio appena prima di stappare lo spumante, il 30 dicembre. Ha sede a Brescia e sarà il primo riferimento Lagap in terra lombarda. In attesa che i numerosi soci del Centro Italia seguano l’esempio dei soci salentini e lombardi, costituendosi anch’essi in presidio terrtoriale, non possiamo che felicitarci per l’avvenimento e ricordare ai soci che in Lagap tutti vengono ascoltati e rappresentati ma abbiamo voluto, col nostro statuto, che i soci “organizzati” contassero qualcosa in più. Se la regione dei  Laghi riveste un particolare interesse lavorativo per te, puoi aderire al presidio rivolgendoti al responsabile, Carlo Zani (carlozani – @ – gmail.com).

IL MARCHIO LAGAP IN 100 NEGOZI ITALIANI!

Grazie alla convenzione nazionale appena stipulata dall’ufficio di presidenza con la catena di negozi sportivi Decathlon, dal 2017 sarà possibile far riprodurre il nostro marchio su capi di vestiario acquistati presso i negozi Decathlon, oppure altrove e già in nostro possesso. Hai capito bene: il servizio concordato riguarda anche capi di abbigliamento, zaini, dispositivi per il salvataggio acquistati autonomamente presso qualsiasi negozio e di qualsiasi marca. Come funziona? Le patch ricamate sono state preacquistate da Lagap, mentre Decathlon offrirà il servizio di assemblaggio termico di una patch ad ogni socio, identificato con il tesserino o con il certificato di appartenenza; eventuali ulteriori patch saranno disponibili a 5,99 € ciascuno. Mentre per le stampe, applicabili su tessuti in pile, cotone, e “tecnici”, il marchio rimane depositato nei laboratori Decathlon e il socio pagherà la sola lavorazione. Il socio potrà inoltre ricamare, accanto al marchio, a sue spese, la dicitura “guida”, o “guida naturalistica” o “guida ambientale escursionistica”, e simili, scegliendo quella che lo fa sentire meglio rappresentato presso la propria clientela. Alcuni negozi sono in grado di fornire la lavorazione “express”, vale a dire, personalizzeranno il capo mentre voi fate due passi, altri devono prendersi qualche giorno di tempo: telefonate, per informarvi ,al negozio più vicino a voi. Costi e modalità di accesso al servizio, riservato ai soci, sono disponibili nell’area riservata del nostro sito, www.lagap.org.

UN SUCCESSO LA PRIMA ESCURSIONE DI “AIUTIAMO GLI ANIMALI DEI SIBILLINI”

Nonostante il tempo veramente inclemente, oltre 70 escursionisti, condotti da Guide Lagap, al SIC Boschi a Farnetto di Collestrada. Un’occasione per fornire un aiuto pratico, naturalmente, a persone e animali; ma ancor più per portare all’attenzione dei “decisori” il fatto che ci sono persone, sui Sibillini, che non possono e non vogliono andare “in vacanza al mare” e che durante l’inverno rimarranno sui monti, coi loro animali, per non trovare, a primavera, distrutto il lavoro loro e delle generazioni di uomini e di donne che ci hanno preceduto.

Niente doppia tessera per i Soci LAGAP

Il consiglio dei territori ha deliberato all’unanimità, a partire dal 2017, di non accogliere in LAGAP soci di associazioni di categoria che abbiano un codice deontologico e che esercitino il necessario controllo sull’osservanza dello stesso da parte degli associati.
Coloro che appartengono invece ad associazioni di rappresentanza prive di codice deontologico potranno aderire sottoscrivendo il nostro, che sarà discusso alla prossima assemblea dei soci. Avevamo dato la possibilità di doppia tessera nel nostro “anno 0” consapevoli che non eravamo riusciti a raggiungere con il nostro messaggio che pochi colleghi. La soluzione era sensata e necessaria ma l’idea, per il futuro, di avere dei colleghi con la “fisarmonica” di tessere, come negli anni più bui della partitocrazia non ci sorrideva affatto. Pecunia non olet – il denaro non puzza – avrebbero detto i nostri antenati romani ma un’associazione di categoria non ha alcun budget da “fare”, ha solo valori da proporre e programmi da portare avanti. A voler leggere con attenzione la 4/2013 si comprende che la doppia adesione non sia assolutamente contemplabile, ma non avendo il MISE alcun organo di controllo … nessuno se ne avrebbe a male. Invece, alla necessità di non disorientare il cliente (posto che prima o poi i clienti si accorgano della funzione di garanzia delle associazioni di categoria) con una doppia adesione e una doppia dichiarazione di appartenenza si aggiunge il fatto che in LAGAP la trasparenza è tale che ogni singolo atto, verbale o documento è direttamente a disposizione dei soci – dei nostri soci – in area riservata del sito www.lagap.org.
Così, con ogni evidenza quello che, storcendo un po’ in naso, abbiamo dovuto fare nell’anno zero, per il nostro primo anno di vita non è più risultato proponibile.